24/06/2016
Presentato il 3° Rapporto di Unioncamere sulla Imprenditoria Femminile "Impresa in genere"

La crisi non ha fermato le donne. Tra il 2010 e il 2015, le imprese femminili in più sono 35mila. Il loro aumento rappresenta il 65% dell’incremento complessivo dell’intero tessuto imprenditoriale italiano (+53mila imprese) nello stesso periodo. Più dinamiche quindi (+3,1% il tasso di crescita nel periodo a fronte del +0,5% degli imprenditori uomini), ma anche sempre più digitali e innovative, più giovani, più multiculturali. A questo treno in corsa, che oggi conta 1 milione e 312mila imprese femminili (il 21,7% del totale) che danno lavoro a quasi 3 milioni di persone, è dedicato il Rapporto ImpresaInGenere, realizzato da Unioncamere...

22/06/2016
Imprese femminili: crescono più velocemente della media, ma durano quasi due anni di meno. Pesa la discriminazione di genere: l’hanno subita 9 imprenditrici su 10

De Luise (Impresa Donna Confesercenti): passi avanti, ma per le donne strada in salita. Più formazione per essere più forti


Le imprese femminili crescono più velocemente di quelle maschili, ma hanno un’esistenza più breve: il ciclo di vita medio di un’impresa ‘rosa’ (12,9 anni) è infatti di quasi due anni più corto rispetto...

22/06/2016
“Imprenditoria Femminile: superare gli ostacoli conoscendo le opportunità”. Il Convegno a Roma di Impresa Donna Confesercenti con imprenditrici e ed Istituzioni

Impresa Donna Confesercenti riunirà in un Convegno sul tema “Imprenditoria femminile: superare gli ostacoli conoscendo le opportunità” le donne imprenditrici per affrontare, insieme ad autorevoli rappresentanti delle Istituzioni nazionali ed europee, le principali criticità di chi vuol fare impresa con successo. L’appuntamento, aperto a tutti, è per...

14/06/2016
Inps: voucher baby sitting, nuova procedura telematica

“Nel 2016 i voucher corrisposti alle madri lavoratrici per l’acquisto di servizi di baby sitting, ovvero per fare fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati, saranno erogati esclusivamente in modalità telematica”.
Lo precisa l’Inps con la circolare n. 75. “Il beneficio - sottolinea l’Istituto - introdotto in via sperimentale per gli anni 2013-2015 della Legge 92/2012, è stato prorogato dalla Legge di Stabilità 2106 anche per l’anno in corso. Può essere richiesto dalle madri al termine del congedo di maternità ed entro gli undici mesi successivi...

 

News